Una Stratocaster del ‘68

Posted in General by midbar on 18/06/2005 19:23

Come raccontare una vecchia chitarra e il ‘68 tramite uno splendido post

Vi parlerò di lei, della mia Strato del ‘68, ma anche dei tanti giovani eroi diversi nel colore della pelle ma accomunati alla fine da un unico colore, il rosso sangue e da un unico odore, l’odore di merda che emana un corpo dilaniato, aperto, straziato. La guardo sempre un po’ perchè lei è Hendrix, lei è Voodoo Chile, lei è e rimarrà sempre la rivolta ed il fuoco che illuminò e scaldò quel non troppo lontano 1968.

In Vietnam la sicurezza di una vittoria finale comincia a svanire, scacciata dalle immagini di morte e distruzione che riempiono gli schermi televisivi. Durante i festeggiamenti del Capodanno del Tet migliaia di omini in nero, usciti dalle loro tane, scatenano un’offensiva generale in tutte le più importanti città del Vietnam, Saigon compresa. Anche l’ambasciata americana viene messa sotto attacco e seppur l’offensiva venga respinta l’obiettivo viene raggiunto: l’opinione pubblica americana viene influenzata a tal punto che le giovani reclute tendono a fuggire dalla guerra rifugiandosi all’estero o cercando di ottenere un rinvio. Il movimento di renitenza alla leva sta prendendo piede.
Il mattino del 16 marzo la compagnia Charlie entra nel villaggio di My Lai: è un villaggio di poveri contadini abitato solo da donne, vecchi e bambini. All’avvicinarsi dei militari alcuni abitanti tentano di fuggire venendo subito abbattuti. I militari irrompono scagliando bombe a mano nelle capanne ed uccidendo quanti ne uscivano. Vecchi e bambini vengono passati a filo di baionetta, le ragazze vengono violentate e quindi abbattute: ad una viene infilata la canna di un M 16 nella vagina e sventrata con una raffica. Un bambino di due anni si salva miracolosamente strisciando fuori dal groviglio di corpi: Viene lanciato per aria e colpito come un bersaglio da tiro a segno e le sue ossa schizzano a metri di distanza. Non si salva nessuno, nè uomini nè animali, ed il villaggio viene dato alle fiamme. Moriranno in un’ora di follia più di trecento esseri innocenti.

[via accordo.it]

Leave a Reply

20 queries. 1.393 seconds.
Powered by Wordpress
theme by evil.bert