Intervento umanitario

Posted in General by midbar on 31/01/2005 22:03

Il 23/01/2005, all’indomani della morte del militare Simone Cola, Gustavo Selva, presidente della Commisione Esteri della Camera, di Alleanza Nazionale, rilascia un’intervista a Libero. Dichiara:

’’Dobbiamo passare da forza di ingerenza umanitaria a forza combattente. Basta con l’ipocrisia dell’intervento umanitario’’. ’’E’ ora di prendere atto che l’operazione ’Antica Babilonia’ è inadeguata alla realtà del terreno. Bisogna rafforzare il dispositivo militare utilizzando tutti gli uomini e i mezzi necessari’’

’’Abbiamo dovuto mascherare ’Antica Babilonia’ come operazione umanitaria, altrimenti dal Colle non sarebbe mai arrivato il via libera.”

[via Articolo 21]
[via Indymedia Italia]

Il 30/01/2005 Beppe Grillo, durante uno spettacolo a Trieste, decide insieme ai 6300 spettatori, di inviare una e-mail al Presidente della Repubblica:

“Caro Presidente,
avendo letto della dichiarazione del Presidente della Commissione agli Esteri che questa è una guerra camuffata da missione di pace, io Beppe Grillo e 6300 paganti della città di Trieste Le chiediamo come Capo delle Forze Armate e tutore dell’art. 11 della Costituzione, che dice che l’Italia ripudia la guerra, di far tornare immediatamente i nostri “costruttori di pace” dall’Iraq e di mandare al loro posto questo governo di conta balle.

Beppe Grillo e Trieste”
[via Blog di Beppe Grillo]

Ripetetele ai vostri figli

Posted in General by midbar on 27/01/2005 00:00

Auschwitz

Il 27 Gennaio 1945 i soldati sovietici entrano nel lager di Auschwitz e liberano i pochi sopravvissuti.

“Se questo è un uomo”.

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per un pezzo di pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d’inverno.
Meditate che questo è stato:
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.

Primo Levi

Ping Pong

Posted in Funny by midbar on 25/01/2005 12:29

eccezionale partita (1,25 MB) :)

Miseria, terrore e morte

Posted in General by midbar on 25/01/2005 11:39

“Dal rapporto dell’Onu per il 1996 sullo sviluppo umano: tra il 1960 e il 1992 il divario tra i redditi pro capite dei paesi dell’Ocse e i Pvs (paesi in via di sviluppo, n.d.r.) si è triplicato; il 20% più povero della popolazione mondiale ha visto la propria quota di reddito sul Pml (prodotto mondiale lordo) declinare dal 2,3 all’1,4% in trent’anni. Per contro nello stesso periodo il 20% più ricco è passato a controllare dal 70 all’85% di tutta la ricchezza prodotta sul pianeta; le attività di 358 persone miliardarie superano la somma dei redditi annuali di un insieme di paesi che rappresentano il 45% della popolazione mondiale”
E’ in questo scenario che si sviluppa il tentativo di creare un argine al neoliberismo ormai assurto a pensiero unico, neoliberismo che vede nel massimo profitto, incurante dell’annullamento della dignità e del rispetto di chi produce tale ricchezza e della devastazione dell’ambiente naturale e sociale in cui viene prodotta, la sola ragione dell’agire economico dell’uomo moderno.

[ radiopopolare ]

La canzone più amata

Posted in General by midbar on 22/01/2005 12:28

Scritta da B.Dylan ed interpretata da J.Hendrix.

ALL ALONG THE WATCHTOWER

“There must be some way out of here”
said the joker to the thief.
“There ‘s too much confusion,
I can‘t get no relief.
Businessmen, they drink my wine,
plowmen dig my earth,
None of them along the line
Know what any of it is worth.”
“No reason to get excited,”
the thief he kindly spoke,
“There are many here among us
who feel that life is but a joke.
But you and I, we’ve been through that,
and this is not our fate,
so let us not talk falsely now,
the hour is getting late.”

All along the watchtower,
princes kept the view
while all the women came and went,
barefoot servants, too.
Outside in the distance a wildcat did growl,
two riders were approaching,
the wind began to howl.

LUNGO LA TORRE DI GUARDIA

“Ci deve essere un modo per uscire di qui
disse il buffone al ladro,
C’è troppa confusione,
non riesco a trovar alcun sollievo.
Gli uomini di affari bevono il mio vino,
quelli con l’aratro scavano il mio campo
nessuno di loro da qui a chissà dove
ha idea di quanto valga tutto questo”.
“Non c’è motivo di agitarsi”
disse il ladro con voce gentile,
“Ce ne sono molti qui tra noi
convinti che la vita sia
tutto uno scherzo.
Ma tu ed io ci siamo già passati
e non è questo il nostro fato,
perciò vediamo di non dire il falso,
che l’ora si fa tarda”.

Lungo la torre di guardia
i principi stavano di vedetta
mentre tutte le donne andavano e venivano
e i servi scalzi pure.
Laggiù in lontananza, ringhiò un gatto selvatico,
due cavalieri si stavano avvicinando,
Il vento cominciò a ululare.

[ MAGGIE’S FARM ]

Meditate…

Posted in Funny by midbar on 20/01/2005 00:00

Download (864 KB) :)
[ Lycos - games&fun]

Sottotitoli in Iraq!

Posted in Funny by midbar on 17/01/2005 22:31

Video molto divertente :)
Look at meeeeeeee . . . I have subtitles! (1.31MB)

Pictures of the year 2004

Posted in General by midbar on 15/01/2005 20:31


[Reuters.com]

Nexus

Posted in General by midbar on 15/01/2005 18:59

Tempo fa, incuriosito da una trasmissione di Radio2 (Dispenser), ho acquistato un libro che mi è piaciuto veramente molto.

Riporto da [ Dispenser ]:

SEI GRADI DI SEPARAZIONE TRA BRANDO E IL KEBAB: LA STORIA INQUIETANTE DI NEXUS.
Avete presente l’espressione SEI GRADI DI SEPARAZIONE? Quella teoria secondo cui ci sarebbero solo sei persone che dividono qualsiasi persona sulla terra da qualsiasi altra persona sulla terra. Sembra strano ma è così. Noi ne abbiamo una percezione un po’ squalificante. Perché alla gran parte delle persone che in Italia hanno sentito parlare di questo tipo di studio l’hanno imparato dal titolo di un film con Will Smith. Un film di cui si parla sempre per dire quanto è bravo Will Smith che invece in genere fa film schifosi, o anche carini ma nei quali lui non recita perché fa la macchietta tutto il tempo. Quella dei SEI GRADI DI SEPARAZIONE invece è una teoria sociologica che ha fatto storia quando è stata formulata negli anni sessanta, ed è stata confermata dalle più moderne ricerche sul campo, anche attraverso la rete. Anche attraverso l’e-mail in sei passaggi si arriva dove si vuole. Stanley Milgram è la persona che ha scoperto questi fenomeni e la cosa mi ha molto incuriosito quindi presto ne riparleremo. Lo stesso Milgram e la stessa teoria sono citati come primo esempio in un libro illuminante e molto comprensibile che mi è capitato in mano e che vi segnalo. Si intitola NEXUS è di Mark Buchanan e il sottotitolo è “perché la natura, la società, l’economia, la comunicazione, funzionano allo stesso modo”. Insomma esiste una scienza delle reti che sta approfondendo questo argomento, quello dei collegamenti fra le cose, che sembrano seguire tutti uno schema identico, sia che siano umani, sia che essi siano cellulari, microcellulari o cose del genere. Come avrete capito io non capisco quasi niente di ciò che ha a che fare con i numeri, ma pur da questo pulpito misero sono rimasto molto colpito dal contenuto del libro e ve lo consiglio. È il classico libro di divulgazione scientifica che sanno fare gli americani e gli inglesi. …

Saponette

Posted in Funny by midbar on 11/01/2005 18:21

La seguente corrispondenza si è svolta fra la direzione di un hotel di Londra e un suo cliente (tramite quei messaggi che si possono lasciare alle cameriere che si occupano della stanza); alla fine, il direttore dell’hotel l’ha spedita al Sunday Times che l’ha pubblicata. :-)

(more…)

20 queries. 0.299 seconds.
Powered by Wordpress
theme by evil.bert