I dipendenti fannulloni

Posted in General by midbar on 13/05/2008 11:16

“…vanno semplicemente licenziati”, dichiara il neo ministro dell’Innovazione e della Funzione Pubblica, Renato Brunetta. Aggiunge anche: “il sistema pubblico deve essere equiparato a quello privato premiando chi lavora bene e licenziando chi non lo fa”.

Giustissimo, dico io… e si dia il buon esempio a partire dal Parlamento… o no?

4 Responses to “I dipendenti fannulloni”

  1. Channelman Says:

    Seriamente….
    A parte che il potere di licenziare i parlamentari passa anche dalla matita posta nelle mie e tue mani (e ho detto tutto, come diceva Totò), ti segnalo un po’ di osservazioni fatte altrove:
    http://dantoni.wordpress.com/2008/05/12/licenziare-i-fannulloni/

  2. midbar Says:

    …a partire da quando potremo ridare la preferenza alle persone e non soltanto ai simboli (l’assenteismo parlamentare è trasversale ai partiti).

  3. channelman Says:

    hai visto la roba di Guzzetta che ho postato?

  4. Marco Says:

    Un grandissimo governo, dopo il ministero dei pomp…, abbiamo il più grande ministro che la P.A. potesse aspettarsi. Si noi siamo sicuri che il ministro brunetta sarà all’altezza del suo compito. Certo noi sappiamo che, purtroppo tu non sei riuscito a lavorare neppure un giorno della tua vita, ma adesso ti si prospetta un’ottima occasione per poterti misurare. Un bellissimo lavoro di elevata responsabilità in cui un tuo errore potrebbe costare la vita a qualcuno (e non c’è poi nessun lodo Schifano che possa salvarti), in cui ti si concedono molti turni di notte, molte domeniche e festività di lavoro, le ferie dovrai discuterle con i tuoi colleghi, avrai una schiera di capi più o meno autoritari e tutto questo per ben 1250 Euro. Inoltre ti viene data la possibilità di sporcarti le mani (non solo in senso metaforico come spesso accade nei tuoi ministeri) pulendo gli escrementi e vari liquidi biologici dei pazienti. Vedi che bello, iscriviti anche tu alla facoltà di Infermieristica e vedrai che il lavoro non manca (non si capisce perché nessuno voglia fare questo lavoro). Quando finalmente ti sarai laureato avrai anche tu il titolo che, con orgoglio potrai esporre di “gran fannullone” (di questo naturalmente ti siamo debitori) non come i tuoi “onorevoli” colleghi (il cui unico onore è quello di non produrre nulla e di consumare moltissimo) che, purtroppo per loro non sanno fare nulla.
    Certo tu sei molto brillante quando ci dici che la sanità deve essere data alle cooperative in outsarching oppure in make or buy, la gente è normalmente così poco dotata che non capisce che il tuo intento è la privatizzazione completa del sistema sanitario, questo naturalmente per arricchire chi ha già tanti soldi (troppi). Si sa bene che l’esternalizzazione non ha portato a nessun risparmio (anzi ad una perdita in termini monetari) e ad uno sfruttamento selvaggio dei poveri lavoratori riducendo l’efficacia (qualità) delle prestazioni. Dalle ricerche del gruppo OASI risulta che mediante le esternalizzazioni solamente il 4% è riuscito a far quadrare i bilanci (in pareggio, mediante gli appalti) tutti gli altri sono in perdita; naturalmente quelli che pagano di più sono certamente i pazienti (i più deboli); ma cosa importa tanto gran parte di questi non sono produttivi e quindi dei parassiti e tu non rimpiangerai certo la loro dipartita (che gran brava persona).
    Carissimo ministro noi ti auguriamo tutto il bene possibile, però se per dovessi avere qualche problema di salute al tuo già precario fisico speriamo sia una malattia cronica degenerativa e che tu possa poi trovare un ministro che ti vuole togliere i soldi per la tua malattia. Se poi questa malattia grave avesse il soppravvento noi di certo non porteremo ne fiori ne opere di bene, ma una grande festa che si ripeterà commemorativamente ogni anno (sarai il nostro eroe). Certo il tuo sarebbe un bellissimo funerale come quello del re sole (in cui sputavano sulla bara). Dai brunetta facci sognare ed abbandona questa valle di lacrime.

Leave a Reply

20 queries. 0.213 seconds.
Powered by Wordpress
theme by evil.bert