Così è (se vi pare)

Posted in General by midbar on 24/12/2008 14:05

Negli ultimi due anni, più volte, è capitato di intuire una vicinanza per la quale, ogni volta, mi sorprendo.

- La prima volta fu nella settimana Santa del 2007. Non era un buon periodo. Il lavoro era al primo posto nei nostri pensieri e non avevamo tempo per noi stessi (singolarmente e come coppia). Era sera e mi stavo recando in chiesa, per partecipare alle liturgie, ero solo e molto cupo, quando, nel momento di incrociare una persona, ecco che lei inciampa e, perdendo una scarpa, cade tra le mie braccia. Le chiedo, mentre le raccolgo la scarpa: “Posso fare qualcosa per aiutarti?”, e lei, con un sorriso bellissimo, d’angelo, mi stringe un braccio e con un cenno di saluto si allontana.

- La seconda volta fu nel Luglio 2007. Silvia ed io eravamo in vacanza in Puglia. Era qualche giorno che ci stavamo interrogando sulla nostra vita a due, senza figli, e sul futuro. Una sera, seduti in un giardino, mentre alzo lo sguardo verso il cielo, una stella che cade e, come una voce… Ad Aprile, dopo undici anni di vita insieme, Luca.

- La terza volta fu nell’Aprile di quest’anno. Luca era nato da pochi giorni e, al mattino, dopo aver salutato mamma e bambino, mi stavo recando, per la prima volta, al lavoro. Frastornato dall’evento ero immerso nei pensieri quando, fermo ad un semaforo, alzo lo sguardo e leggo sul retro impolverato di un camion bianco che mi precede queste parole lasciate dal dito di un bimbo:

Ciao papi Stefano.
Ti voglio tanto bene.
Luca

… mi commuovo.

- La quarta volta nel Luglio di quest’anno. In moto, mentre cado, sentirLo - “Adesso no!” - afferrarmi per la testa in modo che l’impatto con l’asfalto… Vivo.

Ecco. Oggi è la Vigila di Natale. L’augurio di sentire la Sua presenza nella nostra Vita. “Immagina questa voce e immagina di poterla udire. Qui. Adesso”.

Buon Natale.

20 queries. 0.224 seconds.
Powered by Wordpress
theme by evil.bert